Su TRANSITION

Transnational Network for Social Innovation Incubation  (Rete trans-nazionale per l’incubazione di innovazione sociale) – TRANSITION – è un progetto di 30 mesi che ha l’obiettivo di promuovere e sostenere lo scaling-up delle esperienze di innovazione sociale in tutta Europa attraverso lo sviluppo di una rete di incubatori che riunisce al suo interno partner con una consolidata esperienza nei campi della social innovation (SI) e dell’innovation-based incubation (IBI).

TRANSITION prevede inoltre lo sviluppo di un’analisi sull’efficacia delle metodologie adottate a scala locale e del conseguente impatto se trasferite in altri contesti.

TRANSITION è coordinato da EBN, European Business & Innovation Centre Network, rete europea degli  incubatori di impresa orientati all’innovazione. Partners del Consorzio di Ricerca sono i principali pionieri nei settori dell’innovazione sociale e dell’ incubazione, organizzati in sei Scaling Centers, in grado di dare un’ampia diffusione territoriale al progetto:

  • Finland – New Factory
  • France – Paris Region Innovation Centre (PRICE)
  • Ireland – WestBIC
  • Italy – Politecnico di Milano
  • Spain – Denokinn
  • UK – The Young Foundation

Nesta e Social Innovation Exchange (SIX) completano il Consorzio di Ricerca, a garanzia di  una continua sperimentazione, verifica e condivisione delle metodologie e dei diversi approcci applicati alla social innovation e alla innovation-based incubation.

Nel corso del progetto, TRANSITION identificherà 300 pratiche di innovazione sociale con un chiaro potenziale per fare il salto di scala. La loro ricerca avverrà attraverso l’organizzazione di 6 Spark Session europee della durata di un giorno e attraverso le reti locali costruite dai Partners sul territorio.

Alcune tra le idee individuate saranno selezionate per entrare a far parte degli Scaling Center, dove troveranno supporto in ambito finanziario, legale, di analisi e valorizzazione dell’impatto sociale, oltre a competenza di design e business coaching per riuscire a proporsi a scala nazionale e internazionale. Con in più  la possibilità di creare scambi e trasferimenti  all’interno dei 6 Scaling Centers. Un’idea di innovazione sociale italiana, ad esempio,  potrà trovare migliori opportunità nel Regno Unito con il sostegno e la co-incubazione di entrambi gli Scaling Centers impegnati nel favorire e sostenere la transizione.

Un ulteriore filone di attività svilupperà il Transnational Start-ups Lab, con lo scopo di portare le innovazioni sociali dallo stato iniziale di idee fino all’implementazione internazionale, nei tempi del progetto stesso. Questa attività, a cui potrà accedere un numero ristretto di SIs tra quelle individuate, costituirà un’ulteriore metodo di analisi.
| | | | |